CONSEGUENZE NEGATIVE DELLA TESTA PIATTA

CONSEGUENZE NEGATIVE DELLA TESTA PIATTA


In questo articolo riassumiamo le principali conseguenze negative di incorrere nella TESTA PIATTA del neonato differenziandole per conseguenza ''economiche'', sul benessere dei genitori e sulla salute del bambino.

Fortunatamente, con le giuste informazioni e le migliori raccomandazioni posturali offerte ai genitori, la testa piatta può essere completamente prevenuta!

CONSEGUENZE NEGATIVE ECONOMICHE

 

Incorrere in una deforma zione cranica posizionale risulta, in primis, un’ingente spesa economica in quanto ogni visita pediatrica, neurochirurgica, osteopatica o fisioterapica ha un costo e sono necessarie più sedute per le terapie e i controlli medici.

 

Tenendo conto che una visita specialistica costa dalle 70 alle 150 euro a visita, potrebbero volerci dai 350 ai 750 euro per curare la testa piatta.

 

 

Senza tener conto che un caschetto per plagiocefalia costa più di 1000 euro.

CONSEGUENZE NEGATIVE SUL BENESSERE DEI GENITORI

 

Oltre a un ingente spesa economica, incorrere in queste deformazioni craniche significa far fronte ai timori, alle difficoltà e ai possibili sensi di colpa per ‘’aver permesso’’ che la testa del loro bambino si appiattisse.


I genitori si ritrovano in un intenso vortice di paura, sballottati da un medico all’altro per fare una diagnosi precisa ed escludere problematiche più serie.


Ho avuto molti genitori in visita che, nonostante li avessi rassicurati riguardo la prognosi positiva della testa di loro figlio, hanno continuato ad addossarsi la colpa della DCP (deformazione cranica posizionale) del loro bambino e che non si sono dati pace finché abbiamo ottenuto una risoluzione completa della sintomatologia.

 

 

 CONSEGUENZE NEGATIVE SULLA SALUTE NEONATO

 

Infine, ma assolutamente non per importanza, incorrere nella testa piatta ha conseguenze negative anche (e soprattutto) sul benessere del bambino.

 

Fortunatamente non ci sono prove che le deformazioni craniche posizionali possano causare ritardi dello sviluppo cognitivo ma è altrettanto vero che ci sono ritardi dello sviluppo motorio nei bambini posizionati supini per troppo tempo e poco proni per fare tummy time.

 

Inoltre, essendo che la testa cambia forma globalmente, sono sorte preoccupazioni sull’associazione tra deformazioni craniche posizionali e sviluppo visivo, asimmetrie mandibolari, scoliosi, alterazioni posturali e otite media.

 

Infine, incorrere nella testa piatta comporta un fattore estetico oggettivamente riscontrabile.

 

Per tutti questi motivi non è assolutamente consigliato incorrere in questo tipo di problematica neonatale che potrebbe gravare per tutta la vita sul bambino.

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0