Coliche gassose del neonato

Video introduttivo esplicativo

Ho pensato di registrare un video in cui ti spiego personalmente tutte le informazioni che troverai leggendo i successivi paragrafi di questa pagina. Puoi guardare il video o, se preferisci leggere, scorri fino al prossimo paragrafo.

1. Generalità

Le coliche del neonato sono una problematica neonatale tanto fastidiosa da essere una delle più temute dai genitori.
Le mamme e i papà dei bambini che ne soffrono finiscono spesso per sentirsi stanchi, frustrati e impotenti davanti al proprio bambino che sta male.

Neonato che soffre di coliche gassose

Purtroppo, fino ad oggi le coliche sono state una problematica per la quale i ricercatori non erano ancora riusciti a trovare una soluzione e i genitori dei bambini che ne soffrivano sono stati costretti a provarle tutte: dal latte artificiale alle famose ‘’gocce’’ per neonato (integratori alimentari), dai massaggi alla pancia alle diete più strane del mondo…

Gocce e fermenti lattici per le coliche gassose del neonato

Ad oggi, posso affermare che dopo parecchi anni di esperienza lavorativa nelle vesti di osteopata pediatrico nel trattare migliaia di neonati con questa problematica (e tante altre), sono riuscito a scoprire (e a risolvere) tutti i parametri che le causano.

In questo modo, nel mio studio tratto con successo numerosi piccoli pazienti per risolvere le coliche gassose e ne seguo altrettanti per prevenirle efficacemente.

Ascolta la testimonianze di Alessia, mamma della piccola Ludovica che soffriva di coliche e reflusso quando si è presentata in studio. 

Andiamo, però, con ordine e iniziamo a capire cosa sono le coliche gassose del neonato.

2. Cosa sono le coliche gassose del neonato

In termini medici, le coliche del lattante, non rappresentando una vera e propria patologia, vengono definite come una sindrome comportamentale caratterizzata da pianto e dolore intestinale durante i cui attacchi il bambino può emettere gas o feci.
Da qui la definizione di ‘’coliche gassose del neonato’’.

Neonato che soffre di coliche gassose e disturbi intestinali

3. Quanti bambini ne soffrono?

Sulla base di alcuni dati statistici, le coliche neonatali arrivano ad interessare dal 15% al 35% dei neonati, risultando essere uno delle più fastidiose sintomatologie del bambino.

La maggior parte dei bambini le sviluppa dopo la 2a – 3a settimana di vita ma ci sono bambini che ne soffrono sin dai primi giorni di vita.
In questi casi, l’irritabilità e il dolore del bambino causano spesso difficoltà anche nell’allattamento al seno in quanto il bambino piange continuamente e non riesce a ‘’concentrarsi’’ durante la suzione.
In questi casi capita che il bambino pianga continuamente e che la colpa di quel pianto venga imputata spesso al fatto che il bambino ‘’mangia poco e non è sazio’’; motivo per cui viene spesso data l’aggiunta di latte artificiale.

Coliche gassose del neonato e allattamento artificiale

Purtroppo, prima di dare una eventuale aggiunta di latte artificiale che mina le probabilità di successo dell’allattamento al seno, non si valutano mai problemi di suzione ed eventuali tensioni gastrointestinali (coliche) che influenzano negativamente il benessere del bambino e, di conseguenza, anche l’allattamento al seno.

Di questo e tanto altro parleremo più approfonditamente negli articoli del blog, ora continuiamo con l’argomento ‘’coliche’’.

4. Sintomi delle coliche

In generale, durante queste ‘’colichette’’ capita spesso che il bambino pianga, si contragga e tiri le gambe verso l’addome (flessione delle cosce sul bacino).
Accanto a questi sintomi, si può inoltre notare un certo grado di tensione addominale, accompagnato da ripetute emissioni di gas che giustificano l’appellativo “coliche gassose del neonato”.

Coliche gassose del neonato e disturbi intestinali trattabili con l'osteopatia pediatrica

Il risultato, o meglio il segno principale rimane sempre la forte irritabilità del bambino in relazione a un pianto doloroso che rende impossibile calmarlo e tranquillizzarlo.
Di pari passo, sono spesso presenti alterazioni del transito gastro-intestinale.
Per esempio, il bambino si scarica troppo spesso o risulta particolarmente stitico.
Alcune volte, il bambino piange finchè non riesce ad emettere gas o fare la cacca; solo allora si tranquillizza.

5. Quando si presentano le coliche del neonato?

Come abbiamo detto in precedenza, la maggior parte dei bambini le sviluppa dopo la 2a – 3a settimana di vita ma ci sono bambini che ne soffrono sin dai primi giorni di vita.
Inoltre, abbastanza tipicamente, le coliche del neonato compaiono verso sera e possono durare da una a tre ore.
Quando sono più marcate, le coliche possono continuare durante la notte, disturbando il sonno del bambino (e dei genitori), e possono presentarsi anche durante la giornata.

Coliche gassose del neonato e disturbi intestinali trattabili con l'osteopatia pediatrica

Insomma, a dirla tutta, le tempistiche di insorgenza di questa problematica sono molto variabili e ogni bambino, in relazione a tanti altri parametri che vedremo più avanti, le manifesta a suo piacimento.
Intanto, nel prossimo paragrafo andiamo a vedere quale sia la (vecchia) definizione più conosciuta di coliche gassose.

6. La (vecchia) definizione più conosciuta di coliche del neonato

La definizione che ancora ad oggi viene utilizzata in ambito pediatrico per definire le coliche cita che esse siano ‘’una sindrome comportamentale caratterizzata da crisi di pianto disperato che si presentano per più di tre ore, in più di tre giorni su sette per almeno tre settimane’’.

Questa definizione viene chiamata la regola dei tre di Wessel, in onore del pediatra Morris Arthur Wessel che l’ha formulata nel lontano 1954.

La realtà è che questa definizione non è proprio esatta.

Pensateci bene…

Il bambino può risultare irritabile meno tempo di 3 ore, 3 giorni e 3 settimane…ma ciò non vuol dire che non siano coliche, o perlomeno che il bambino non abbia dolore!

Cosa ne pensate?

7. Una nuova definizione di coliche del neonato

Partiamo dal rivoluzionare la definizione di coliche che conosciamo, obsoleta e poco precisa.

La nuova definizione di coliche che propongo e che, ormai da anni, offro ai genitori dei miei piccoli pazienti è la seguente.
Ovviamente essa è basata sulla conoscenza dei meccanismi che causano il presentarsi di questa problematica.
Le coliche sono una problematica multifattoriale che si manifesta con forte irritabilità e disturbi gastro-intestinali del bambino.

I parametri, o meglio, i fattori che concomitano nel presentarsi di questa problematica sono molti, di cui 3 principali e altri secondari.

Solamente conoscendo, valutando questi parametri e trattandoli adeguatamente  si possono davvero prevenire o risolvere le coliche del neonato.

8. Quali sono i fattori che provocano le coliche

Le 3 cause principali delle coliche gassose, o meglio, i 3 fattori principali che concomitano nella presentazione delle coliche gassose e dell’irritabilità del neonato sono:

  1. l’alimentazione materna,
  2. le tensioni gastrointestinali oggettivamente palpabili,
  3. le contratture muscolari che può aver sviluppato il neonato a causa di una malposizione intrauterina o di un parto difficoltoso.


Di certo questi sono i più importanti, o meglio,  quelli che si presentano nella stragrande maggioranza dei casi.

Oltre a questi 3 fattori ce ne sono molti altri che il terapeuta (osteopata pediatrico o altra figura medica) deve conoscere, valutare e sapere come risolvere.
Questo video è un esempio di una valutazione e trattamento gastro-intestinale.

9. Come risolvere efficacemente le coliche del neonato

Giunti fin qui avrete capito che per risolvere le coliche del neonato non basta uno sciroppino o delle gocce magiche.

Per risolvere efficacemente (o ancora meglio, prevenire) le coliche serve che il professionista cui vi rivolgete conosca, valuti e sappia come risolvere tutti i parametri che le provocano.

So bene di non aver rivelato tutti i parametri che le provocano e di non aver dato la soluzione pratica a tutti i parametri citati in questo articolo.

Sto lavorando per creare un videocorso che spieghi esattamente come prevenirle e come curarle a qualsiasi genitore e professionista sanitario.

Nel mentre, se volete risolvere questa problematica non rassegnatevi alla frase ‘’ le coliche passano da sole verso i 3-4 mesi del bambino’’ e cercate un professionista competente che sappia come aiutarvi.

10. Le testimonianze dei genitori

In quest’ultimo paragrafo riporto l’esperienza di alcuni genitori che si sono rivolti a me per coliche gassose e per altre problematiche neonatali.

La prima testimonianza è offerta da Elisa, mamma della piccola Nora, che si è presentata in studio quando la sua bambina aveva un mese e mezzo per un problema al piede.

Durante la visita è emerso che Nora soffriva anche di coliche (sintomatologia che la mamma non sapeva ancora si potesse risolvere con l’osteopatia) e aveva un torcicollo miogeno e una lieve plagiocefalia posizionale.

Grazie a 3 trattamenti osteopatici, alle giuste raccomandazioni alimentari, ai massaggi insegnati ai genitori e ad altre accortezze, in 2 settimane abbiamo risolto le coliche e il torcicollo; per la plagiocefalia ci è voluta qualche settimana in più semplicemente perchè abbiamo dovuto attendere la fisiologica crescita cranica in relazione al posizionamento corretto della testa.

Elisa, mamma di Nora

Sara Pappaianni

Il dott. Silva ha trattato con professionalità e delicatezza mio figlio, da 1 mese a 18 mesi. Il trattamento ha portato beneficio fin da subito (reflusso, coliche). Inoltre i consigli dispensati mi hanno permesso di accompagnare mio figlio al meglio nelle sue tappe evolutive.

Valeria Fragliasso

Ho conosciuto Matteo quando ero incinta! Ho fatto un corso on line sulla plagiocefalia, dove spiega tutto alla perfezione. Siamo andati a portare la nostra piccola appena nata, aveva qualche settimana e mi ha aiutato non solo per le coliche della bimba ma anche con qualche dritta per il mio allattamento al seno.Oggi la mia bimba ha 6 mesi e mezzo, allattata fino ad ora ( che ha iniziato le pappe) solo al seno grazie a lui!!

Gini 17

Un vero professionista molto preparato, svolge il suo lavoro con passione ed è dotato di molta calma e tantissima dolcezza nei confronti della nostra bambina. Eravamo molto scettici nel rivolgersi ad un osteopata, ma il dott Matteo Silva ci ha salvato e risolto le temute coliche e il transito intestinale. Peccato non esserci rivolti a lui immediatamente. Durante i nostri incontri oltre a trattare la nostra piccolina di soli 2 mesi ci ha spiegato tantissime cose da fare per aiutare la sua postura.È molto onesto nella prima visita dopo un quadro generale comunica gli appuntamenti strettamente necessari senza inziare percorsi infiniti. Noi con 3 sedute abbiamo risolto. Grazie.

Vuoi prenotare una visita per il tuo bambino?