Febbre in gravidanza: cause, quando preoccuparsi, rimedi, prevenzione

Febbre in gravidanza: cause, quando preoccuparsi, rimedi, prevenzione

  1. INTRODUZIONE
  2.  A QUALE TEMPERATURA SI PARLA DI FEBBRE IN GRAVIDANZA?
  3. RISCHI DELLA FEBBRE IN GRAVIDANZA: QUALI SONO?
  4. CHE SUCCEDE AL FETO QUANDO LA MAMMA HA LA FEBBRE?
  5. QUANDO LA FEBBRE IN GRAVIDANZA È PREOCCUPANTE?
  6. COSA PRENDERE PER LA FEBBRE IN GRAVIDANZA?
  7. PREVENZIONE DELLA FEBBRE IN GRAVIDANZA

Introduzione

Tantissime mamme con cui interagisco in consulenza e che sono all’inizio della dolce attesa, sono molto preoccupate al pensiero della febbre in gravidanza.

Se anche tu stai pianificando l’arrivo di un bimbo o hai già visto il test positivo e vuoi sapere qualcosa di più in merito per chiarire le idee, questo contenuto fa per te!

Le informazioni che troverai potranno essere completate, per una gravidanza consapevole e serena, con quelle contenute nel mio videocorso preparto “Nascere e Rinascere Madre”, che puoi scoprire cliccando sul pulsante alla fine del paragrafo.

Per iniziare a informarti su come seguire nel modo giusto il tuo piccolo nel suo sviluppo motorio, puoi fare un giro sul profilo Instagram @drsilva.com_official.

A quale temperatura si parla di febbre in gravidanza?

Nel momento in cui si è in dolce attesa, bisogna aspettarsi un aumento della temperatura corporea.

Si tratta di una conseguenza fisiologica dell’incremento dei livelli di progesterone, l’ormone della quiescenza che favorisce l’adesione dell’embrione all’endometrio e prepara il seno all’allattamento.

L’importante è che l’aumento di temperatura appena menzionato non superi i 37,5°C.

Qualora si dovesse raggiungere e superare questo limite, è importante, soprattutto se si palesano anche sintomi come il naso chiuso e che cola e il mal di gola, rivolgersi subito al proprio curante di fiducia.

Quando si parla di febbre in gravidanza, infatti, l’approccio fai da te è un grave errore.

febbre in gravidanza

Rischi della febbre in gravidanza: quali sono?

Quando arriva la febbre in gravidanza e la temperatura supera i 38°C, è cruciale indagare subito la causa.

Alla base di tutto, infatti, possono esserci infezioni batteriche o virali potenzialmente pericolose per il nascituro.

Molto spesso, i quadri di febbre in gravidanza sono il sintomo di un’infezione alle vie urinarie.

Queste ultime sono un’evenienza frequente durante la gestazione.

Se non adeguatamente trattate, possono avere impatto anche sul sacco amniotico e portare alla rottura delle membrane prima del termine di gravidanza.

Che succede al feto quando la mamma ha la febbre?

La dolce attesa è un momento di cambiamento e di naturali pensieri e domande sulla salute del proprio cucciolo.

Normalissimo, per esempio, è chiedersi cosa succede al feto quando alla mamma viene la febbre.

Negli anni passati, si pensava che la febbre oltre i 38°C nelle primissime settimane di gravidanza causasse malformazioni al tubo neurale.

Secondo le evidenze scientifiche più recenti – un esempio è questo studio di coorte la cui pubblicazione risale al 2017 – il collegamento sopra citato non ha conferma.

Nel caso specifico dello studio appena menzionato, che ha preso in considerazione i dati di oltre 8000 donne, la febbre in gravidanza non ha avuto alcuna influenza sull’insorgenza di malformazioni fetali complessive.

Quando gli studiosi, esperti appartenenti a diverse realtà accademiche danesi, si sono soffermati sui sottogruppi, hanno riscontrato un rischio più elevato, seppur non di tanto, di anomalie congenite a orecchie, occhi, collo e viso.

febbre in gravidanza

Quando la febbre in gravidanza è preoccupante?

Come ho già ricordato, il quadro febbrile in gravidanza deve preoccupare quando si superano i 38°C.

In gravidanza è possibile prendere il paracetamolo, ottimo antipiretico.

Durante la dolce attesa, è molto importante non prendere l’influenza, condizione che include la febbre tra i sintomi (gli altri sono mal di gola, malessere generale, etc.).

L’influenza in gravidanza può portare anche a ospedalizzazioni, nonché aumentare il rischio di parto cesareo, aborto, parto prematuro con neonato di basso peso.

Alla luce di ciò, è cruciale aderire alla campagna vaccinale antinfluenzale del Ministero della Salute, che annovera le donne in gravidanza tra le categorie a cui la vaccinazione viene caldamente raccomandata.

Cosa prendere per la febbre in gravidanza?

Contro la febbre in gravidanza si può usare il paracetamolo, assumendolo mentre lo specialista interviene per curare la causa che ha provocato l’aumento eccessivo della temperatura.

Ecco altri consigli da seguire per migliorare il proprio benessere:

 

  • Idratarsi di più, incrementando l’apporto d’acqua e l’assunzione di alimenti vegetali freschi di stagione;
  • dedicare tempo al riposo;
  • umidificare, ovviamente mantenendosi entro livelli adeguati, gli ambienti dove si trascorre il tempo sia di giorno, sia di notte.
febbre in gravidanza

Prevenzione della febbre in gravidanza

La prevenzione della febbre in gravidanza passa, per esempio, dall’attenzione delle regole che consentono di tutelarsi dal contagio dell’influenza.

Essenziale è lavarsi spesso le mani, starnutire nell’incavo del gomito, evitare di usare la medesima biancheria da bagno di eventuali familiari conviventi contagiati dal virus.

Quando si parla di febbre in gravidanza, si inquadra anche uno dei sintomi della toxoplasmosi.

Per proteggersi da questa infezione, molto pericolosa per il feto, vanno eliminati la carne cruda, la carne al sangue e gli insaccati.

Bando, fino alla fine della gravidanza, pure alle uova crude non pastorizzate.

La verdura e la frutta crude devono essere lavate e sfregate con energia sotto l’acqua corrente, in quanto metterle in ammollo nell’acqua con bicarbonato non basta.

Le mamme ricettive alla toxoplasmosi devono delegare ad altri, se hanno un gatto, la pulizia della lettiera e fare giardinaggio solo con i guanti.

Nel video qui sotto, trovi alcuni ottimi consigli della nutrizionista.

Altri articoli dal blog