Quanto latte deve bere un neonato?

Quanto latte deve bere un neonato? La risposta dell'ostetrica

  1. INTRODUZIONE
  2. QUANTI ML DI LATTE DEVE BERE AL GIORNO UN NEONATO: L’IMMEDIATO POST PARTO
  3. COME CALCOLARE QUANTO LATTE DEVE BERE AL GIORNO UN NEONATO: ESISTE UNA TABELLA?
  4. QUANTO LATTE ARTIFICIALE DOVREBBE BERE UN NEONATO?
  5. LE CURVE DI CRESCITA

Introduzione

Dottoressa, quanto latte deve bere un neonato?”: mi sento spesso porre questa domanda in consulenza dalle neo mamme in consulenza, soprattutto se aspettano o hanno partorito da poco il primo figlio.

Vista la rilevanza del tema, ho creato questo articolo per approfondire. Per un quadro ancora più completo sull’allattamento al seno, ti invito a scoprire il mio videocorso verticale “Al Profumo di Latte”.

Per altri consigli su come vivere il percorso di maternità con serenità e consapevolezza, puoi visitare il profilo Instagram @drsilva.com_official

Quanti ml di latte deve bere al giorno un neonato: l’immediato post parto

Consideriamo il caso di un bambino allattato al seno, rispondendo alla domanda “Quanto latte deve bere un neonato?” e guardando a quello che succede nell’immediato post parto.

In questo tempo a dir poco prezioso, il colostro, il liquido sieroso prodotto dal seno della mamma, soddisfa completamente il fabbisogno nutrizionale del cucciolo.

Ricchissimo di nutrienti, viene prodotto in quantità adeguate alla capacità dello stomaco, piccolissimo, del bimbo.

Nel primo giorno di vita, le sue dimensioni sono simili a quelle di una ciliegia.

Nelle prime 24 ore successive alla nascita, il piccolo assume, a singola poppata, circa 5 ml di colostro.

Dopo circa 3 giorni, il suo stomaco ha le medesime dimensioni di una noce.

Con il palesarsi della montata lattea, il seno, che deve essere adeguatamente stimolato grazie a un attacco corretto, sarà via via in grado di adeguare la produzione di latte alle dimensioni dello stomaco del bimbo.

Quanto latte deve bere un neonato

Come calcolare quanto latte deve bere un neonato: esiste una tabella?

La risposta è no: non esiste una tabella di riferimento in grado di indicare quanto latte deve bere un neonato che viene alimentato al seno.

Il piccolo è perfettamente in grado di regolarsi.

La produzione di latte, profondamente legata alla qualità dell’attacco al capezzolo, risponde in maniera perfetta alle sue esigenze nutrizionali.

In tutto questo, è fondamentale essere consapevoli del fatto che ogni poppata è diversa dall’altra e che i neonati, differenti dal punto di vista del peso e delle curve di crescita, non stanno certo attaccati al capezzolo con l’orologio.

Questo è il motivo per cui, quando il piccolo è nutrito al seno, non c’è ragione di interrogarsi su quanto latte deve bere un neonato di un mese o uno di due.

L’unica cosa che la mamma deve fare è non concentrarsi troppo sui tempi – bando alla vecchia regola dei 10 minuti per seno – e imparare a monitorare i segnali di sazietà del piccolo. Ecco i più importanti:

 

  • Neonato che cade addormentato;
  • bimbo che smette di succhiare con vigore e assume un atteggiamento tranquillo;
  • neonato che presenta un tono muscolare rilassato;
  • bimbo che si stacca spontaneamente dal capezzolo.

 

Ovviamente le pesate non vanno trascurate – inizialmente si procede una volta a settimana e, successivamente, con cadenza mensile – ma è cruciale non concentrarsi solo sui numeri che restituiscono.

Quanto latte artificiale dovrebbe bere un neonato?

Quanto latte deve bere un neonato nutrito con formula artificiale?

Rispondere a questa domanda vuol dire chiamare in causa un processo che, pur essendo caratterizzato da un maggior controllo da parte del genitore, non è comunque rigido.

Si consiglia di proporre il biberon ogni 3 ore, questo è noto. Importante, però, è ragionare considerando che le esigenze di un bimbo nato sano a termine di 2,9 kg saranno diverse da quelle di un neonato di 4.

Tenendo fermi questi aspetti, è bene specificare che, nei primi giorni successivi alla nascita, essendo lo stomaco del piccolo di dimensioni ridotte, è importante mettere in primo piano la gradualità nell’incremento dei ml.

I neonati allattati con formula, infatti, sono esposti a un maggior rischio di obesità infantile.

Per fornire qualche numero relativo alle quantità rammento che, inizialmente, si parla di più o meno 150 ml/kg di peso corporeo.

Questa quantità va distribuita nell’arco delle poppate nelle 24 ore.

Un piccolo appunto relativo ai segnali di fame: con l’allattamento artificiale può accadere che il piccolo, pur essendo sazio, continui a succhiare la tettarella per via del benessere che gli procura la suzione.

La mamma, di riflesso, deve considerare gli altri segnali di fame elencati in precedenza.

Le curve di crescita

Le neo mamme che si domandano quanto latte deve bere un neonato, si preoccupano anche della lettura delle curve di crescita.

Le curve di crescita OMS, diverse per maschi e femmine, sono uno strumento indubbiamente importante.

Facendo presente che non ha senso parlare, con cifre precise, di quanto peso deve prendere ogni settimana il piccolo, rammento che, per leggerle, bisogna ragionare su aspetti come il peso al momento della nascita, l’andamento della crescita, il peso acquisito nelle settimane prima della pesata.

Interpretarle in maniera standard può comportare, in alcuni casi, a inutili integrazioni della formula artificiale.

Altri articoli dal blog